Vita da svedese: La patria del “fai da te”

Che gli Svedesi siano amanti del fai da te è noto a livello mondiale: l’Ikea ne è una dimostrazione evidente.

Quello che pochi sanno, però, è che gli Svedesi, appena possono, fanno davvero tutto da sé! Qui soffrono della sindrome del Lego, del Meccano, dei chiodini colorati!

L’Ikea è per i novellini, per i pigri, per gli imbranati, i veri vichinghi li trovi a comprare le assi di legno per farsi i mobili da soli!

I mobili… i muri, i pavimenti, i soffitti, i tetti… tutto quello che vi può venire in mente, ebbene, loro lo fanno!

Provate a lamentarvi della ditta che ci ha posato il gres in bagno: “perché non ve lo siete messi voi?”

Si! Figurati!
Ce lo vedo proprio il consorte a lamentarsi della poca scientificità e precisione del gres porcellanato!

La periferia della città è disseminata di Bauhaus, K-Rauta, Jula, Bygghemma, Hornbach etc: grandi magazzini (tipo Leroy Merlin, ma moooooooooolto più riforniti) con ogni ben di dio per ogni necessità.

Ti serve il pezzo di tubicino a S capovolta che collega il pezzo X del tubicino a L del pezzo del sotto-sotto lavello? lo trovi!

Noi si cercava una semplice vite a gancio e non riuscivamo a trovarla nell’intera parete di viti di ogni dimensione e tipo. Stavamo per chiedere ad un commesso, quando, svoltando sulla parete dietro, eccoti una cinquantina di tipi di versi di viti a gancio, di ogni dimensione, laccate di bianco, in ottone, in acciaio, con anello chiuso, aperto, semiaperto, semichiuso…

Roba che farebbe andare in estasi un amante del fai da te come i pastorelli a Lourdes!!!

Insomma, qui ci si fa tutto da sé.

I negozi di cui sopra noleggiano anche le macchine professionali, cosi che non ti manchi proprio niente!

… poi, ecco, insomma… se il parquet non è proprio aderente e cigola o sembra un tappetino elastico, non stiamo a fare i difficili.

… se in fondo ai pavimenti mancano cm di legno o di laminato o piastrelle, suvvia, non siamo così sofistici…

La tappezzeria dietro i termosifoni non si usa proprio e se in altri punti fa qualche bolla, dimostra solo che il lavoro è stato fatto in famiglia, senza tante storie!

Particolari che a noi italiani farebbero raddrizzare i capelli, qui sono accettati come la normalità.

Il titolare della ditta che ci sta facendo i lavori (lo capisco dalle sue espressioni tra il perplesso e l’incredulo) ci trova a dir poco bizzarri: già l’esigenza del bidet lo aveva turbato assai (!), in seguito gli ho chiesto di stuccare tutte le fessure tra il soffitto e il muro(!) ora gli ho anche detto che se trovo più di un millimetro di fuga tra una piastrella e l’altra glielo fo’ rifare… secondo me, anche lui si sta chiedendo perché mai non ce li siamo fatti da noi, i lavori!!!

Marilinda
Photo: Pixabay
URL: https://pixabay.com/it/photos/collar-carpentry-concept-4865364/