I Varför Inte tornano a teatro

Immaginate di ricevere un’importante offerta di lavoro e di trasferivi nel posto del nuovo impiego, un paesino di campagna come ce ne sono molti in Italia. Ecco, immaginate la vostra euforia smorzata da un fatto molto particolare, gli abitanti di questo paese sono tutti stupidi, a causa di una maledizione fatta moltissimi anni prima!

Questo è l’incipit di Fools, l’ultima fatica del gruppo teatrale “Varför Inte”. Fools è una commedia di Neil Simon, scritta negli anni 80. Sebbene la versione originale dell’opera fosse ambientata in Ucraina, nel paese di Kulyenchikov, la versione presentata dal primo gruppo teatrale italiano in Svezia, è stata spostata in terra italica, nel paese di Castiglione.  

Una commedia molto divertente, dai ritmi serrati e dalle molteplici gag, derivanti della condizione maledetta in cui versa il paese. Altra peculiarità è che personaggio principale, spesso rompe la quarta parete per rivolgersi direttamente al pubblico e spiegare bene la situazione.

Minuto dopo minuto, diventa impossibile non trovare simpatici i poveri abitanti di Castiglione, raffigurati benissimo dalle doti attoriali degli attori, persino il personaggio che, se fossimo nel campo della sceneggiata napoletana potrebbe essere chiamato “o´ malamente” genera negli spettatori una certa simpatia.

Lo spettacolo, tanto nella versione originale che nella versione adattata dal gruppo teatrale, non fa solo ridere, nel finale , come le migliori favole, impartisce una grande lezione di vita. 

Lo spettacolo è stato proposto per tre serate, dal 10 al 12 di giugno, al teatro Reflexen di Kärrtorp a Stoccolma. Il sottoscritto è andato a quella dell’11 e la presenza di spettatori era alta.

L’evento  è stato anche un buon modo per incontrare la comunità italiana di Stoccolma, o almeno parte di essa, in un clima di leggerezza, clima generato dalla brava compagnia Varför Inte.

Valerio De Paolis
Foto: Valerio De Paolis