A-Traktor

Sempre più spesso mi capita di guidare sia in che fuori città e trovarmi davanti delle macchinone con un triangolo al posto della targa. Sono gli A-Traktor, i Trattori-A.

In città il fastidio è relativo perché le velocità non sono alte, ma in campagna o nelle strade veloci mi disturbano abbastanza. Infatti non possono andare ufficialmente a più di 30 km/h e sono ingombranti.

In Italia abbiamo, principalmente nelle città, le minicar che esistono anche qui, ma sulle strade svedesi predominano, anche per la loro mole, i Trattori-A.

Ma come nascono e perché? 

Cominciamo dal progenitore, il Trattore EPA.

In alternativa ai veri trattori agricoli che avevano prezzi elevati i Trattori EPA divennero comuni negli anni ’30, e poco prima della seconda guerra mondiale c’erano circa 5.000 veicoli.

EPA era il nome di una catena di negozi discount ed era un termine utilizzato allora per indicare qualcosa che mancava di qualità.

Un Trattore EPA era semplicemente un’automobile (il più delle volte un pick-up) cui venivano tolti i sedili posteriore per poi essere segata all’altezza degli stessi con una forma che risultava monca

La Volvo Duett è stato, per lungo tempo, il modello principale scelto per la conversione in  Trattore EPA. Tuttavia non era un modello troppo diffuso e quindi poco per volta si sono adattatiImage altri modelli di auto sempre di una certa dimensione.

In seguito, a causa della guerra, vi era in Svezia carenza di trattori per l’agricoltura e quindi si pensò di sviluppare ancora di più il Trattore EPA.

Durante gli anni ’50, i Trattori EPA iniziarono a estinguersi come mezzi di lavoro dato che i nuovi trattori moderni erano diminuiti di prezzo ed erano più disponibili, ma cominciarono  ad essere utilizzati dai giovani che scoprirono che con l’aiuto della legge sui Trattori EPA potevano essere autorizzati a guidare prima dei 18 anni.

Durante gli anni ’60 e 70, il numero di Trattori EPA aumentò nuovamente essendo popolare come un modo per i giovani senza patente di possedere qualcosa di simile ad una macchina.

Nel 1975 i Trattori EPA però furono banditi e sostituiti daigli attuali Trattori-A che avevano regole più rigide. Ad esempio la velocità era limitata a 30 e non 50 km/h .

Attualmente sono immatricolati in Svezia circa 50.000 Trattori-A, ma con il numero sono aumentati purtroppo anche gli incidenti.

Per questo è in discussione una revisione delle regole per renderle più rigide ed adatte al traffico odierno introducendo ad esempio l’obbligo della cintura di sicurezza, l’obbligo della gomme invernali, la proibizione di avere passeggeri nei sedili posteriori, la rigida applicazione del limite della velocità massimo di 30 km/h, l’esibizione del triangolo LGF,  ispezioni all’inizio per l’immatricolazione e controlli annuali regolari.


Ora la decisione su queste proposte è nelle mani del Governo e per quanto mi riguarda, sono molto d’accordo sull’aumento della sicurezza, ma, scusatemi, resto sempre disturbato quando ne incontro uno sulla mia strada.

Massimo Apolloni
Photo av Fmmattsson – Eget arbete, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37213421